Questo sito utilizza cookies tecnici e sono inviati cookies di terze parti per gestire i login, la navigazione e altre funzioni. Cliccando 'Accetto' permetti l'uso dei cookie, cliccando 'Rifiuto' nessun cookies verrà installato, ma le funzionalità del sito saranno ridotte. Nell'informativa estesa puoi trovare ulteriori informazioni riguardo l'uso dei cookies di terze parti e la loro disabilitazione. Continuando nella navigazione accetti l'uso dei cookies.

Santuario San Giovanni Paolo II

Le attività del mattino sono per il personale interno della Base Militare "Sirio", non si può partecipare!

L'invito è aperto a tutti, ma solo per quanto riguarda ciò che si attiene alle attività pomeridiane al Santuario.

Concessione dell’Indulgenza Plenaria.

Per celebrare degnamente il centesimo anniversario delle Apparizioni di Fatima è concesso, per mandato di Papa Francesco, un Anno Giubilare, con l'annessa indulgenza plenaria, dal 27 novembre 2016 fino al 26 novembre 2017.

L’indulgenza plenaria del Giubileo è concessa:

  1. ai fedeli che visitano in pellegrinaggio il Santuario di Fatima e che lì partecipano devotamente a qualche celebrazione o preghiera in onore della Vergine Maria, pregano con la preghiera del Padre Nostro, recitano il Simbolo della fede (Credo) e invocano la Madonna di Fatima;
  2. ai pii fedeli che facciano visita devotamente ad una statua della Madonna di Fatima solennemente esposta alla pubblica venerazione in qualche chiesa, cappella o luogo adatto, nei giorni dell’anniversario delle apparizioni (il 13 di ogni mese, da maggio ad ottobre 2017) e lì partecipino devotamente a qualche celebrazione o preghiera in onore della Vergine Maria, preghino la preghiera del Padre Nostro, recitino il Simbolo della fede (Credo) e invochino la Madonna di Fatima…

In preparazione alla solenne celebrazione del 1° centenario dell'apparizione della Madonna del Rosario a Fatima, al Santuario San Giovanni Paolo II è in programma un triduo di preghiera, questo è il programma:

Giovedì 11 - “Recitate il rosario tutti i giorni per ottenere la pace nel mondo e la fine della guerra” ( Suor Lucia, memorie)

Ore 18.30 s. rosario e confessioni
Ore 19.00 Celebrazione Eucaristica

Venerdì 12 - “Giacinta cominciò tanto ad amare il Santo Padre che ogni volta che offriva i suoi sacrifici a Gesù aggiungeva: è per il Santo Padre” ( Suor Lucia, memorie)

Ore 18.30 s. rosario e confessioni
Ore 19.00 Celebrazione Eucaristica

Sabato 13-05-2017

Ore 18.00 s. rosario e confessioni
Ore 18.30 Celebrazione Eucaristica presieduta da Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Vittorio Mondello, arcivescovo emerito dell’Arcidiocesi di Reggio - Bova.

Nei giorni del triduo saranno esposti alla pubblica venerazione dei fedeli le reliquie di Beati Francesco e Giacinta Marto

 

In occasione dei 100 anni dell'apparizione della Madonna del S.Rosario ai tre pastorelli di Fatima, nel giorno della commemorazione della morte della Beata Giacinta, la più piccina dei tre pastorelli, il Santuario San Giovanni Paolo II ne ospiterà una reliquia di Terzo grado.

E’ posto nel territorio del comune di Feroleto Antico e fa parte della parrocchia di Accaria il primo santuario nel Sud Italia dedicato a Papa Giovanni Paolo II. Questa notizia ci ha riempito il cuore di gioia anche perché ciò testimonia il forte attaccamento alla fede di questa nostra comunità guidata da don Tonino Fiozzo il quale ha il merito di aver portato a termine nel giro di pochi anni la costruzione della Chiesa dell’Annunciazione che, in occasione della canonizzazione di Giovanni Paolo II, è stata dedicata al pontefice polacco.

 

Direttamente dalla Polonia, il 19 maggio 2016, è arrivata al Santuario San Giovanni Paolo II la reliquia di Santa Faustina Kowasa, canonizzata nel 2000, proprio dal papa polacco. Questo dono preziosissimo dato al Santuario, non rientrerà più a Cracovia. Don Tonino Fiozzo, insieme ad una delegazione Parrocchiale, è partito per Cracovia il 17 Maggio 20016 per ricevere la reliquia corporale dell'Apostola della Misericordia, che è stata concessa dalla Congregazione delle Suore Beata vergine Maria della Misericordia di Cracovia. Al suo arrivo a Lamezia, ad accogliere la teca contenete la reliquia della Santa, una folla di fedeli e il vescovo emerito della parrocchia lametina, mons. Vincenzo Rimedio.

Santuario San Giovanni Paolo II

La chiesa della frazione Cardolo di Faroleto Antico, della Diocesi di Lamezia Terme, inizialmente, dal giorno dell'apertura al culto, avvenuta il 1° marzo 2009, fu intitolata all’"Annunciazione del Signore". Ma il 31 gennaio 2014, all'approssimarsi della canonizzazione del Beato Giovanni Paolo II, i fedeli hanno chiesto al vescovo di riconsiderare tale titolo per poterlo cambiare e dedicare la Chiesa a Giovanni Paolo II, così come era l'intento iniziale del progetto della stessa e, soprattutto, a motivo anche della devozione oramai diffusa a seguito dei fatti di soprannaturale natura, noti anche al vescovo, consistenti in aiuti particolari avuti per intercessione del Beato. L'istanza è stata così accolta e con il rito di consacrazione del nuovo altare, la Chiesa di Cardolo è stata eretta a Santuario Diocesano con dedicazione a San Giovanni Paolo II il 27 aprile 2014. La celebrazione della dedicazione è stata presieduta dal vescovo, monsignor Luigi Cantafora, il quale ha sigillato tale storico avvenimento con la frase del "Gigante di Dio", Karol Wojtyla, “Alzatevi, andiamo!”, che “riassume anche la bellezza del suo pontificato e il dono della sua santità per la Chiesa intera”. Il nuovo Santuario - ha spiegato il vescovo - è per la Diocesi un punto di riferimento ed ha tutte le potenzialità pastorali per essere considerato un centro di spiritualità, un Santuario per approfondire e diffondere il messaggio di Giovanni Paolo II.

San Giovanni Paolo II

Santa Faustina Kowalska

Beato Michele Sopocko

S. Francesco e S. Giacinta