Questo sito utilizza cookies tecnici e sono inviati cookies di terze parti per gestire i login, la navigazione e altre funzioni. Cliccando 'Accetto' permetti l'uso dei cookie, cliccando 'Rifiuto' nessun cookies verrà installato, ma le funzionalità del sito saranno ridotte. Nell'informativa estesa puoi trovare ulteriori informazioni riguardo l'uso dei cookies di terze parti e la loro disabilitazione. Continuando nella navigazione accetti l'uso dei cookies.

Chiesa S. Maria Immacolata - Vaiola

La chiesa parrocchiale di contrada Vaiola è costituita da un piccolissimo edificio monocellulari a pianta rettangolare, di dimensioni non superiori a metri 6 di lunghezza per una larghezza di metri 5. Benché di dimensioni ridottissime lo stesso presenta qualche carattere linguistico di derivazione neoclassica che si materializza nelle lesene, il cornicione e il timpano di facciata, nonché in un abbozzo di cornice sul perimetro alto delle pareti della sala. Da un punto di vista statico, il manufatto edilizio non presenta evidenti segni di lesioni o sconnessioni sui paramenti murari, benché un recente intervento di sistemazione degli spazi esterni, con relativa creazione di una scalinata monumentale di accesso all’edificio sacro, ha provocato alcuni dissesti, che si manifestano mediante crepe e lesioni, nella pavimentazione esterna e nei muri di contenimento antistanti il piccolo sacello.


Evidenti sono invece all’interno della chiesetta i fenomeni di effluorescenza dovuti all’umidità proveniente dalla copertura, nonostante la stessa sala abbia un soffitto piano con solaio in calcestruzzo armato realizzato in tempi più o meno recenti. Al di sopra della soletta è stato realizzato poi una copertura in tegole marsigliesi che mal si adatta al tipo di manufatto. Benché la sua caratterizzazione architettonica non sia tale da farla considerare una emergenza architettonica, proprio a motivo della sua importante funzione l’edificio merita un adeguato intervento di riqualificazione e ri-stilizzazione mediante inserimento di materiali adeguati e la rimodulazione formale degli elementi caratterizzanti (pavimenti, pareti, altare, bucature, infissi, soffitti e/o volte, ecc.).

La Chiesa del piccolo paesino di Vaiola fu costruita successivamente alle due Chiese principali di S. Maria Immacolata e della B.V. del Rosario, e anch’essa è intitolata alla Vergine Immacolata.

La struttura interna della Chiesa si presenta come una aula rettangolare con decorazioni parietali piuttosto sobrie, composte da una fascia di stucco e marmo che corre lungo il perimetro interno della Chiesa.

Anche l’altare è realizzato prevalentemente in stucco con piccoli intarsi in marmo ed è sovrastato da una raffigurazione di Maria Immacolata; a sinistra dell’altare, invece, si può ammirare la statua della Vergine.

La facciata esterna assume una connotazione alquanto semplice ma ben equilibrata grazie alla presenza di una spessa cornice del frontone leggermente scalfita e alle due coppie di lesene lisce addossate alla parete che affiancano il portone.